CLUB IL DRAGONE

Cerca

Vai ai contenuti

ATTENZIONE ALLE FRODI

NEWS

IN QUALITA' DI MAESTRO E PRESIDENTE DEL CLUB IL DRAGONE, PROMOTORE E DIVULGATORE DELL'ANTICA ARTE MARZIALE CINESE KUNG FU STILE IN SEN SHU, MOTIVATO UNICAMENTE DALLA VOLONTA' DI SALVAGUARDARE I PROPRI STUDENTI DALLE MIRIADI DI FALSE SCUOLE E SOPRATUTTO DI FALSI "MAESTRI", INTENDO CON QUESTE POCHE RIGHE METTERE IN RISALTO ALCUNI PUNTI FONDAMENTALI AFFINCHE' I NEOFITI POSSANO RICONOSCERE E QUINDI NON INCAPPARE IN IMPROVVISATE CIARLATANERIE. LO STILE DI KUNG FU TRAMANDATO A ME E AGLI ALTRI STUDENTI CHE HANNO AVUTO LA FORTUNA E L'ONORE DI CONOSCERE E PRATICARE L'IN SEN SHU, CON IL GRAN MAESTRO EDMONDO CAPECELATRO, FU DIVULGATO DA LUI STESSO IN ITALIA PER PRIMO. IL GRAN MAESTRO EDMONDO, GRAZIE AI SUOI NUMEROSI VIAGGI IN CINA FIN DALL'ETA' ADOLESCENZIALE, CONOBBE UN MEDICO CINESE (AMICO DELLA FAMIGLIA CAPECELATRO) MAESTRO DI KUNG FU IN SEN SHU E FU PROPRIO COSI' CHE AFFIANCANDOLO E ACCUDENDOLO COME IL FIGLIO MASCHIO MAI AVUTO , FECE CIO' CHE IN QUEGL'ANNI ERA IMPOSSIBILE OVVERO INSEGNARE L'ANTICA ARTE AD UN OCCIDENTALE. IL GRAN MAESTRO PARALLELAMENTE AL SUO LAVORO DI INSEGNANTE DI KUNG FU STILE WU TANG, INCOMINCIO' AD INSEGNARE LO STILE DI KUNG FU IN SEN SHU NEGLI ANNI SETTANTA (ALLA VECCHIA MANIERA SELEZIONANDO TRA LE CINTURE NERE DI ALTRE DISCIPLINE GLI ADEPTI) FU SOLO IN SEGUITO CHE I PROGRAMMI VENNERO TRASCRITTI IN ITALIANO, CON GRANDE LAVORO VISTA LA VASTITA' DELLE TECNICHE E LA DIVERSITA' DI LINGUAGGIO, RIMANEVA INVARIATO IL METODO (VECCHIA MANIERA = IN NATURA ALL'APERTO). UN GIORNO CHIESI AL MAESTRO EDMONDO COME MAI NEL IN SEN NON SI ADOPERAVANO TERMINI CINESI.......(QUANDO CONOBBI IL MAESTRO EDMONDO ERO GIA' CINT. NERA DI TAEKWONDO ED ERO EBITUATO A SENTIRE I COMANDI ED I NOMI DELLE TECNICHE IN KOREANO)... LA RISPOSTA FU CHIARA ......."SE MI CHIEDI UNA SPIEGAZIONE SU UNA TECNICA ED IO TI RISPONDO IN CINESE MI CAPISCI?" OVVIAMENTE LA MIA RISPOSTA FU NEGATIVA (IO NON ERO COME LUI CHE LO PARLAVA E LO SCRIVEVA) DOPODICHE' CONCLUSE "SIAMO IN ITALIA? ALLORA SI PARLA ITALIANO" CONDIVIDO IN PIENO IN QUANTO NON E' RIEMPIENDOSI LA BOCCA DI TERMINI ASIATICI, CHE SPESSO NON HANNO IL SIGNIFICATO LETTERALE VOLUTO, CHE SI E' PADRONI DI UN ARTE MARZIALE QUINDI PUNTO PRIMO NELLE SCUOLE DI IN SEN SHU SI PARLA ITALIANO. CHI MI CONOSCE SA CHE PERSONALMENTE MI PIACE PARLARE DEL PASSATO RACCONTANDO ANEDOTTI DI VITA REALMENTE ACCADUTI E C'E' NE UNO CHE FA PROPRIO A CASO PER IL SECONDO PUNTO: IL PRIMO ANNO DURANTE UNA DELLE INTERMINABILI E ALLUCINANTI SEDUTE DI STRETCHING (IL MAESTRO DELEGAVA SPESSO LA SUPERVISIONE A SUA MOGLIE IMMA CHE CI DISINTEGRAVA LETTERALMENTE) ORMAI STREMATO E SOPRATUTTO PER NIENTE SCIOLTO IN QUANTO, NELLA PRECEDENTE ARTE MARZIALE DA ME PRATICATA ERANO MOLTO PIU' RIDOTTI GLI ESERCIZI DI ALLUNGAMENTO, GLI CHIESI.....IL PERCHE' DI TUTTO QUEL LAVORO ...E LUI.."DAVIDE QUANDO PENSI ALLO STUDIOSO DI IN SEN SHU DEVI PENSARE ALLA ACQUA, ESSA E' L'UNICA COSA CHE PUO' PRENDERE QUALSIASI FORMA, UNA GOCCIA D'ACQUA PUO RIMANERE AGGRAPPATA AD UNA PARETE, PUO' DIVENTARE GHIACCIO E SPACCARE LE PIETRE, PUO' DIVENTARE FIUME IN PIENA E TRAVOLGERE, MA PUO' ANCHE ESSERE PIOGGIA FINE E DISSETARE .........PER DIVENTARE COME L'ACQUA DEVI POTER ASSUMERE TUTTE LE POSIZIONI E FORME SENZA FATICA PER FARE CIO' DEVI ALLUNGARTI OLTRE I TUOI LIMITI" ED INFATTI LE FORME DELL'IN SEN SHU SONO, TANTO ARMONIOSE QUANTO SPETTACOLARI DA SEMBRARE, MAGICHE E PER ESEGUIRLE CORRETTAMENTE (SENZA SEMBRARE KARATEKI VESTITI DI NERO COME DICEVA LUI) BISOGNA LAVORARE SODO NELL'ALLUNGAMENTO, HO VISTO PERSONALMENTE IL MIO MAESTRO (CHE PESAVA PIU' DI CENTO CHILI) ESEGUIRE CORRETTAMENTE SPACCATA SAGGITTALE PRIMA A DESTRA E POI A SINISTRA, QUINDI PUNTO SECONDO LA SCIOLTEZZA E' IL MARCHIO DI FABRICA DELL'IN SEN. PROSEGUENDO POI VI RICORDO CHE ABBIAMO PROGRAMMI SCRITTI, FORME CODIFICATE ED UN BAGAGLIO TECNICO CHE FA INVIDIA A MOLTE ALTRE DISCIPLINE, UN BUON PRATICANTE DEVE SAPER ESEGUIRE E METTERE IN PRATICA GLI SCRITTI E COSA IMPORTANTE NON BISOGNA ADOPERARE TERMINI NON CORRETTI MA SOPRATUTTO NON SI PUO', ESSENDO UNICA, ASSOCIARE E/O ACCOMUNARE L'IN SEN SHU CON ALTRE DISCIPLINE. COME PERO', LA STORIA CI INSEGNA, L'ANTICA ARTE DELL'IN SEN SHU AVEVA DIVERSE RAMIFICAZIONI (IN BASE ALLE CARATTERISTICHE DEI PRATICANTI MA SOPRATUTTO IN BASE AL TIPO DI OPERAZIONI CHE ESSI DOVEVANO EFFETTUARE) E' QUINDI POSSIBILE CHE VI SIANO LIEVI DIVERSITA' NELLE TECNICHE E/O FORME . ATTUALMENTE NELLA CITTA' DI NAPOLI, MI RISULTA DA FONTI CERTE E VERIFICATE, CHE SI TRAMANDANO GLI INSEGNAMENTI DEL GRAN MAESTRO NELLO SPECIFICO DEL LIN KUEI GRAZIE AI MAESTRI DANISE, CON I QUALI ALL'EPOCA I NOSTRI PERCORSI DI STUDIO , SE PUR PARALLELI , NON SI SONO MAI INCROCIATI. SONO LORO CHE NELLA CAPITALE CAMPANA DIFENDONO IL BUON NOME DEL PIONIERE DELL'ARTE DEI GUERRIERI OMBRA, PRATICANDO E STUDIANDO LIN KUEI, GLI ALLIEVI DEL MAESTRO DEI MAESTRI SONO NOSTRI FRATELLI. INFINE L'OBBIETTIVO COMUNE RIMANE SEMPRE LO STESSO OVVERO: DIVENTARE E FAR DIVENTARE OTTIMI PRATICANTI E POI OTTIMI INSEGNANTI PER FAR SI CHE LA NOSTRA ARTE NON SCOMPAIA.......A PRESTO
DAVIDE PICCOLO


Torna ai contenuti | Torna al menu