CLUB IL DRAGONE

Cerca

Vai ai contenuti

REGOLAMENTO

REGOLAMENTO DELLA DISCIPLINA
TRADIZIONALE CINESE
KUNG FU STILE IN SEN SHU


1. Il presente regolamento può essere emendato e/o variato solo dal Maestro Capo scuola.
2. La carica di Caposcuola della disciplina marziale cinese denominata Kung Fu In Sen Shu è ricopribile solo ed esclusivamente dall'insegnante di grado più alto in servizio.
3. Il praticante di In Sen Shu sceglie volontariamente e liberamente di seguire i principi di questo regolamento.
4. Ogni studente di In Sen Shu, in caso di morte prematura sarà insignito at honorem con il grado di Cintura Nera.
5. Tutti i praticanti sono uguali. Non è consentita nessuna distinzione di sesso e/o estrazione sociale, ideali politici e/o religiosi, razza e/o colore della pelle.
6. Praticanti e non sono tenuti a chiamare i propri superiori per grado e/o ruolo ricoperto.
7. Le figure preposte all'insegnamento si suddividono in tre categorie: Maestro, Istruttore, Allenatore.
A) L'allenatore raggiunge tale nomina dopo il superamento di apposito corso di formazione tenuto da un Maestro di In Sen Shu, ha la funzione di provvedere alla preparazione scolastica ed agonistica degli studenti, può essere intestatario di club e/o associazioni solo se il caposcuola dell'In Sen Shu ricopra una carica all'interno di essa, se fuori sede d'appartenenza dovrà far capo comunque al proprio superiore.
B) L'Istruttore altro non è che un allenatore che abbia raggiunto la cintura Nera, non ha il potere di graduare ,può essere intestatario e responsabile di una filiale e/o associazione.
C) Il Maestro è colui che, già di provata esperienza tecnico/organizzativa nella divulgazione della disciplina Kung Fu stile In Sen Shu riceve la nomina dal Capo Scuola e come tale ha il potere di rilasciare diplomi, graduare fino a cintura bianca ottavo grado, aprire e gestire filiali in autonomia.
D) Il Caposcuola è la massima carica ricopribile nella disciplina tradizionale marziale denominata In Sen Shu deve obbligatoriamente essere in possesso di comprovata esperienza, deve essere il grado più alto e sopratutto deve essere in servizio ovvero attivamente impegnato nella pratica, insegnamento, divulgazione e diffusione di tale disciplina. Al Caposcuola spetta la decisione finale su ogni controversia e/o decisione che riguardi il popolo dei praticanti e studiosi del Kung Fu stile In Sen Shu, è l'unica figura preposta al rilascio del grado di cintura Nera e successive graduazioni.
8. A chiunque deve essere data la possibilità di provare la pratica dell'In Sen Shu; l'interessato dovrà svolgere un periodo di prova nel quale il Maestro, o chi per lui, valuterà se le caratteristiche psico/attitudinali corrispondano agli ideali di profonda non violenza e di ricerca interiore che fanno del praticante di In Sen Shu uno studioso alla continua ricerca del superamento dei propri limiti, sia fisici che spirituali.
9. Il neofita durante il periodo di valutazione viene qualificato con il grado di aspirante allievo Ninja, superato tale lasso di tempo il passo successivo sarà la qualifica di allievo Ninja con la quale lo studente percorrerà tutto il cammino di formazione fino al diploma di Ninja, ottenibile al superamento della cintura Nera.
10. All'interno delle singole scuole/associazioni sportive, club e filiali facenti capo ad A.I.A.C.O. o comunque alla disciplina Kung Fu In Sen Shu è fatto obbligo l'osservanza ed il rispetto nonché l'obbedienza verso i più alti in grado, tra gli associati praticanti viene utilizzato un sistema gerarchico di tipo piramidale meritocratico: tale sistema conferisce, in base all'anzianità, alla preparazione ma soprattutto in base alla dedizione dell'associato ed in fine solo al superamento di tutte le prove previste in ogni singolo esame, un numero di gradi (riconoscibili in strisce di stoffa nere o bianche a seconda dell'anzianità) da apporre sulla cintura d'ordinanza .La non ottemperanza di codesto principio pone in essere l'allontanamento immediato e la radiazione da tutto ciò che concerne tale disciplina, previa decisione finale del Maestro Capo scuola dell' In Sen Shu.
11. Ogni associato studente vestirà, sull'uniforme di ordinanza, la cintura di colore bianco, ed apporrà su di essa per ogni esame superato una striscia di stoffa di colore nero. Questo fino all'ottavo grado dopo di che il passaggio d'esame successivo non verrà graduato con una ulteriore striscia di stoffa nera ma bensì con la sostituzione della cintura stessa . Dopo l'ottavo grado, al superamento del successivo esame, lo studente potrà indossare la cintura di colore nero ed per ogni esame che supererà apporrà su di essa strisce di stoffa di colore bianco.
12. Gli associati che raggiungano la cintura nera potranno aumentare il numero di gradi su di essa nelle seguenti maniere: un grado per merito (esami, premiazioni, prove particolari) due gradi per successione (alla morte del Maestro Caposcuola il loro grado aumenterà di due livelli) questo per far si che tra loro ed i gradi inferiori possa esserci il distacco congruo per l'anzianità dovuta alla moltiplicazione della specie.
13. I Maestri anch'essi possono essere graduati di un grado per esame e di due per successione ma inoltre aumenteranno di un grado ogni sessione biennale di esami per cinture Nere che formeranno.
14. Come la tradizione dell'In Sen Shu vuole, durante la vita scolastica di ogni associato studente, sono previste due cerimonie "obbligatorie" da svolgersi: la prima al passaggio da aspirante allievo ad allievo e la seconda al passaggio da allievo a Ninja (cintura nera). E' possibile che vengano effettuate cerimonie di gemellaggio con altre scuole e/o commemorative ma sono solo ed esclusivamente a discrezione dei maestri più anziani, sempre e solo salva approvazione del Maestro Capo scuola dell'In Sen Shu.
15. La gradazione degli allievi con cintura nera spetta solo al Maestro capo scuola.
16. Il titolo di Gran Maestro spetta solo al compianto Gran Maestro 10° grado superiore Edmondo Capecelatro, pertanto il massimo grado ottenibile è cintura Nera 9° grado superiore.
17. Le divise degli allievi sono tassativamente di colore nero con la relativa cintura bianca o nera e scarpe basse da studio nere. Se non per meriti particolari (con approvazione del Maestro Caposcuola dell'In Sen Shu) i Maestri possono autorizzare l'uso dell'abito tradizionale operativo con imbottiture solo dopo la cintura nera. L'abito da cerimonia tradizionale nero con bottoni è indossabile solo da chi abbia raggiunto il grado di cintura nera, tale abito, solo ed esclusivamente dal Capo scuola, potrà essere indossato con la variante del colore bianco sul colletto ed i polsini.
18. Altre divise e/o abiti nonché toppe ricamate, scritte e attrezzature particolari possono essere utilizzate solo ed esclusivamente previo consenso del Maestro Capo Scuola dell'In Sen Shu.



Torna ai contenuti | Torna al menu